Analisi MeteoContenuti

Tendenza Meteo – 21 Marzo 2022 ~ 27 Marzo 2022

Clicca Qui Per Visualizzare La Tendenza Video Su YouTube

=== === === === === ===

TENDENZA PER LA PRIMA PARTE DELLA SETTIMANA

Un vasto anticiclone interessa tutta l’Europa centrale ed orientale, estendendosi fino verso la Russia, incentivando un’azione fredda ed instabile sul suo bordo orientale che continuerà ad interessare tutto il settore sud-Europeo e l’area ellenico-balcanica con neve a bassa quota. Il freddo, seppur in maniera attenuata, riuscirà anche a raggiungere l’area mediterranea penetrando fino sul nord della Libia e sul nord dell’Egitto. In Oceano Atlantico è presente, in elevazione verso nord, l’alta pressione delle Azzorre che consentirà la discesa di una saccatura perturbata in direzione dell’Europa occidentale. Questa saccatura si troverà bloccata nel suo naturale moto verso levante dall’alta pressione europea, con conseguente stazionamento in area iberica e marginalmente sul sud-ovest della Francia, zone in cui le precipitazioni saranno a tratti diffuse e persistenti. La nostra penisola risentirà direttamente degli effetti del vasto anticiclone presente in Europa con tempo perlopiù soleggiato e temperature in diminuzione grazie ad un debole flusso di aria fredda di matrice balcanica. Locale instabilità nella giornata di Lunedì sulle estreme regioni meridionali adriatiche.

TENDENZA PER LA PARTE CENTRALE DELLA SETTIMANA

L’abbassamento di latitudine del flusso nord-atlantico, che andrà ad investire la penisola scandinava e la parte settentrionale della Russia, determinerà una traslazione verso sud della vasta zona di alta pressione che sta interessando la parte centrale del continente europeo e buona parte dell’area russa. Di conseguenza cesserà l’alimentazione fredda della colata gelida in azione sul sud-est europeo, determinando una risalita delle temperature ed un graduale riassorbimento della circolazione depressionaria invernale con perno tra Mar Nero e Turchia, arrecante instabilità anche sul Mediterraneo orientale. Più ad est, la spinta parziale verso nord-est dell’alta pressione oceanica determinerà l’isolamento di una depressione in area iberica e nord-africana con nuovo maltempo in località insolite come i deserti marocchini. Sulla nostra penisola le condizioni meteo andranno migliorando con ampie schiarite su tutte le zone, cessazione dei venti e temperature in aumento, salvo della leggera instabilità al centro-sud nella giornata di Mercoledì causa residua aria fredda da est.

TENDENZA PER LA PARTE FINALE DELLA SETTIMANA

L’alta pressione europea tenderà progressivamente a contrarsi spostando i suoi massimi nei pressi della Gran Bretagna, slanciandosi verso nord ad ovest della Scandinavia. Ciò aprirà un corridoio freddo e perturbato che scenderà meridiano su tutta l’Europa orientale in direzione della Russia, accompagnato da maltempo e nevicate abbondanti. Più a sud si attiverà un flusso basso-atlantico con la vasta depressione iberica che muoverà i suoi primi passi verso levante, andando ad interessare buona parte dell’area mediterranea accompagnata da maltempo e temperature tutto-sommato miti. Sulla nostra penisola, l’avvicinarsi della depressione iberica, determinerà un peggioramento del tempo con piogge sparse che investiranno principalmente le regioni centrali e meridionali, mentre al nord prevarranno condizioni generalmente asciutte. Il tempo tenderà poi a migliorare già da Domenica con schiarite in affermazione da ovest verso est, salvo della residua instabilità sulle estreme regioni meridionali.