Analisi MeteoContenuti

Tendenza Meteo – 10 Gennaio 2022 ~ 16 Gennaio 2022

Clicca Qui Per Visualizzare La Tendenza Video Su YouTube

=== === === === === ===

TENDENZA PER LA PRIMA PARTE DELLA SETTIMANA

Rimane aperto un corridoio freddo e perturbato, entro il quale si inseriscono una serie di fronti artico-marittimi responsabili di maltempo con precipitazioni diffuse e nevicate, localmente in pianura su buona parte dell’Europa centrale, favorite dalla presenza di masse di aria fredda in quota. L’aria fredda, entrando nel Mediterraneo dalla porta del Rodano, determinerà lo sviluppo di minimi secondari che andranno ad interessare la penisola italiana. Infatti, uno di questi minimi si troverà centrato sulle regioni meridionali, alimentando condizioni di diffuso maltempo in sede adriatica, al centro-sud e sulla Sicilia. Attese nevicate fino a quote collinari data la presenza di aria fredda di origine balcanica richiamata dal minimo depressionario. Nella giornata di Martedì il maltempo si sposterà verso levante, consentendo un graduale miglioramento che si consoliderà ad iniziare dal nord-Italia. Intanto in Europa, l’espansione verso ovest dell’alta pressione oceanica taglierà il ramo polare discendente della corrente a getto consentendo un veloce miglioramento.

TENDENZA PER LA PARTE CENTRALE DELLA SETTIMANA

Si ritira verso nord il flusso di aria polare-marittima, rimpiazzato dall’espansione verso ovest dell’alta pressione oceanica che andrà gradualmente a congiungersi con un vasto anticiclone presente sulla Russia. Di conseguenza le condizioni meteo saranno in rapido miglioramento su tutta l’Europa centrale ed occidentale, con temperature in progressiva risalita, mentre sulla parte bassa del Mediterraneo insisterà una circolazione depressionaria che oramai si sarà spostata sulla Grecia, continuando però ad alimentare un flusso di aria fredda ed a tratti instabile verso l’area balcanica, fino a sfiorare il centro-sud Italia. Infatti, sulla nostra penisola i cieli si manterranno sereni o poco nuvolosi al nord ed al centro, mentre sulle estreme regioni meridionali e sulla Sicilia si avranno addensamenti sparsi, a tratti consistenti, associati a qualche blando rovescio in un contesto termico abbastanza freddo. La ventilazione si manterrà dai quadranti nord-orientali con intensità perlopiù moderata.

TENDENZA PER LA PARTE FINALE DELLA SETTIMANA

Una vasta zona di alta pressione interessa oramai l’intero continente europeo e tende a spostarsi verso sud andando ad inglobare anche tutta l’area mediterranea e balcanica, rimpiazzando una circolazione fredda ed instabile presente precedentemente su queste zone. Il tempo di conseguenza si manterrà stabile, con al più la possibilità di nebbie nelle aree interne continentali. Miglioramento in affermazione anche sulla nostra penisola con ampie schiarite che stavolta raggiungeranno anche le regioni meridionali. La permanenza di un flusso di correnti dai quadranti nord-occidentali manterrà cieli particolarmente tersi su tutte le zone, salvo la consueta formazione di locali ed isolati banchi di nebbia sulla Val Padana centrale. Questa configurazione anticiclonica inizierà ad indebolirsi verso la fine del week-end, con il flusso atlantico che tornerà ad invadere la Gran Bretagna e la parte centro-settentrionale del continente europeo. Le temperature saranno in progressivo aumento, specie in area mediterranea.