Uncategorized

Previsioni Meteo per Giovedì 23 Giugno 2022 & Tendenza

Clicca Qui Per Visualizzare Il Bollettino Video Su YouTube

=== === === === === ===

SITUAZIONE ED EVOLUZIONE GENERALE

La permanenza di un anticiclone ad ovest delle Azzorre alimenta una discesa instabile nord-atlantica verso la parte occidentale del continente europeo portando aria fresca, rovesci e temporali. Questo flusso instabile si scontra con un vasto anticiclone africano in sede centrale mediterranea gettando le basi per fenomenologia intensa sul bordo di contatto tra aria fresca e aria calda, specie sui settori alpini versanti settentrionali.

PREVISIONI METEO PER L’AREA ITALIANA – Giovedì 23 Giugno 2022

NORD
Poche nubi al mattino con tendenza ad un incremento della nuvolosità nel corso delle ore pomeridiane quando a ridosso dei rilievi alpini si avranno deboli rovesci o isolati temporali.

CENTRO
Nuvolosità sparsa, più compatta nelle ore centrali della giornata. Non sono da escludersi blandi ed isolati rovesci sul crinale appenninico. Nubi basse al mattino e nottetempo lungo i litorali tirrenici.

SUD E ISOLE
Ancora alta pressione africana con cieli al più parzialmente nuvolosi. Qualche addensamento più compatto potrebbe formarsi a ridosso dei rilievi e sulla Sardegna interna con la possibilità di sporadici piovaschi.

TEMPERATURE
Temperature massime in aumento sulle regioni settentrionali. Attese punte localmente superiori ad i 35°C nelle vallate interne. Minime nel complesso stazionarie. Afa sulle zone pianeggianti dovuta ad aria africana.

VENTI E MARI
Ventilazione da debole a moderata dai quadranti meridionali, tendente a ruotare da libeccio sul Tirreno settentrionale. Mari da poco mossi sui settori adriatici, fino a mossi sui settori tirrenici.

TENDENZA METEO NAZIONALE ESTESA FINO ALLE 72 ORE

L’alta pressione africana che interessa la nostra penisola tende ad indebolirsi sul suo lato settentrionale sotto la spinta di un flusso umido oceanico sul centro-Europa. Di conseguenza assisteremo a passaggi temporaleschi sulle regioni settentrionali che interesseranno principalmente l’arco alpino con qualche sconfinamento sulle pianure a nord del Po, al nord-ovest e sulla Liguria. Questo soprattutto Venerdì.