Archivio Bollettini

PREVISIONI METEO – Caldo e Temporali sulle Alpi – 20 LUG & Tendenza

Clicca Qui Per Visualizzare Il Bollettino Video Su YouTube

=== === === === === ===

SITUAZIONE ED EVOLUZIONE GENERALE

Un veloce ed intenso passaggio perturbato interessa le isole britanniche e la Francia spazzando via di colpo l’alta pressione africana e determinando in loco un crollo vertiginoso delle temperature con violenti temporali. Questo scenario barico determina l’inclinazione verso sud dell’asse dell’alta africana che ora tenderà ad espandersi a tutto il Mediterraneo centro-occidentale con caldo intenso in arrivo anche sulla nostra penisola.

PREVISIONI METEO PER L’AREA ITALIANA – Mercoledì 20 Luglio 2022

NORD
Cieli poco nuvolosi con tendenza allo sviluppo di diffusi temporali sui settori alpini dovuti ad un impulso più fresco ed umido in transito sulla Francia. Farà molto caldo nelle pianure con elevato disagio per afa.

CENTRO
Condizioni di tempo stabile e soleggiato salvo innocui addensamenti a ridosso dei maggiori rilievi appenninici. Molto caldo ed afoso sia in pianura che lungo i litorali.

SUD E ISOLE
Soleggiato e caldo su tutte le zone con al più delle blande ed innocue nubi pomeridiane sui rilievi e localmente nelle zone interne.

TEMPERATURE
Temperature massime in lieve aumento sulle pianure del nord e del centro-nord. Minime nel complesso stazionarie. Valori sia massimi che minimi al di sopra della media con afa persistente anche durante le ore notturne.

VENTI E MARI
Ventilazione debole a regime di brezza con locali rinforzi sui settori alpini in occasione dei temporali. Mari da calmi al mattino a localmente poco-mossi nel corso delle ore pomeridiane.

TENDENZA METEO NAZIONALE ESTESA FINO ALLE 72 ORE

La distensione del getto oceanico sull’Europa centro-settentrionale inclina l’asse dell’alta pressione africana verso la nostra penisola che sarà interessata da una generale intensificazione del caldo e dell’afa che nelle pianure del nord e del centro-nord diverrà molto disagevole. Su dette zone attese punte massime sui 39°C. Locale instabilità sulle Alpi per ingerenze umide e leggermente più fresche da ovest.