Archivio Bollettini

PREVISIONI METEO – Caldo e Afa in Rapido Aumento – 3 AGO & Tendenza

Clicca Qui Per Visualizzare Il Bollettino Video Su YouTube

=== === === === === ===

SITUAZIONE ED EVOLUZIONE GENERALE

L’Anticiclone delle Azzorre rimane ben saldo in oceano mentre una profonda depressione tra Islanda e Scandinavia condiziona il tempo su tutti i settori centro-settentrionali europei con associata instabilità e temperature fresche. Nel frattempo una depressione in quota sulla penisola iberica alimenta una risalita di aria calda africana inserita in un promontorio anticiclonico in espansione a tutto il Mediterraneo centrale e occidentale.

PREVISIONI METEO PER L’AREA ITALIANA – Mercoledì 3 Agosto 2022

NORD
Bel tempo su tutte le zone salvo qualche nube pomeridiana sui settori alpini occidentali che non è escluso possa dar luogo a blandi rovesci. Caldo ed afa in aumento sulle zone pianeggianti.

CENTRO
Cieli sereni o poco nuvolosi con al più le consuete ed innocue nubi pomeridiane a ridosso dei rilievi. Tornerà a fare molto caldo nelle zone pianeggianti del centro-nord dove l’afa si farà disagevole e diffusa.

SUD E ISOLE
Stabile e soleggiato salvo un incremento delle nubi pomeridiane a ridosso dei rilievi accompagnato da isolati rovesci. La fenomenologia risulterà più probabile sulla Calabria meridionale e sulla Sicilia interna. Caldo ed afa in aumento.

TEMPERATURE
Temperature massime in aumento, più sensibile sulle zone pianeggianti del nord e sulle pianure dei settori tirrenici. Minime anch’esse in aumento. Valori nuovamente al di sopra delle medie per l’ingresso da sud di aria africana.

VENTI E MARI
Ventilazione debole a regime di brezza con qualche rinforzo da maestrale sul basso-Adriatico. Mari da calmi a localmente poco-mossi specie sui settori meridionali.

TENDENZA METEO NAZIONALE ESTESA FINO ALLE 72 ORE

Ulteriore rinforzo dell’anticiclone africano che porterà temperature molto elevate ed afa diffusa sulle pianure e lungo le coste. Localmente l’afa determinerà condizioni di elevato disagio e moderatamente pericolose per le persone fragili. Locale instabilità pomeridiana soltanto sulla cresta alpina, in intensificazione nella seconda parte della giornata di Venerdì per il transito di aria più fresca oceanica sull’Europa centrale.