Archivio Bollettini

Bollettino Meteo – Domenica 17 Aprile 2022

Clicca Qui Per Visualizzare Il Bollettino Video Su YouTube

=== === === === === ===

SITUAZIONE ED EVOLUZIONE GENERALE

La spinta del getto perturbato atlantico verso la Gran Bretagna sul bordo settentrionale dell’anticiclone oceanico inizia a spostare verso levante la zona di alta pressione che interessa tutta l’Europa occidentale, estesa a nord fino verso la Scandinavia. Più ad est, e quindi in area ellenico-balcanica e sul settore del Mar Nero, permangono condizioni fredde ed instabili pilotate da una profonda circolazione depressionaria sulla Grecia. Su queste zone attese precipitazioni diffuse e nevicate localmente fino a bassa quota. Instabilità interesserà anche la parte meridionale della penisola italiana, seppur in fase di graduale miglioramento. Inoltre sul Medio Oriente troviamo aria molto calda che viene risucchiata verso nord dal minimo depressionario ellenico.

PREVISIONI METEO PER L’AREA ITALIANA – Domenica 17 Aprile 2022

NORD
Rapido miglioramento con cieli sereni su tutte le zone salvo nubi sparse al mattino a ridosso dell’Appennino romagnolo. Dalla sera qualche nube in più sarà presente sull’arco alpino orientale e sui settori di nord-est.

CENTRO
Residua nuvolosità al mattino sui settori adriatici centrali ed a ridosso dei rilievi appenninici. Seguirà un rapido miglioramento con ampie schiarite ad iniziare da nord. Entro sera cieli sereni su tutte le zone, salvo il passaggio di qualche blanda stratificazione con direttrice nord-sud.

SUD E ISOLE
Un’intensa circolazione depressionaria di stampo freddo sul settore balcanico-ellenico influenza il tempo su buona parte delle zone portando cieli irregolarmente nuvolosi e precipitazioni sparse. La fenomenologia risulterà più diffusa e probabile sulle regioni ioniche, sulla Sicilia e localmente anche sulla Sardegna meridionale. Nevicate in Appennino in calo di quota fino sui 1000m. Dalla sera graduale attenuazione della fenomenologia con ingresso di timide schiarite.

TEMPERATURE
Temperature massime in diminuzione su tutte le zone, più sensibile in area appenninica. Minime anch’esse in calo, anche sensibile in alcune zone interne più riparate.

VENTI E MARI
Ventilazione dai quadranti nord-orientali da moderata al nord, fino a forte altrove, con colpi di vento in mare aperto e sui crinali appenninici. Calo dell’intensità dei venti dalla sera. Mari da molto-mossi fino a localmente agitati a largo del tirreno e sui settori ionici. Moto ondoso in lenta attenuazione dalla sera.