Analisi MeteoContenuti

Tendenza Meteo – 24 Gennaio 2022 ~ 30 Gennaio 2022

Clicca Qui Per Visualizzare La Tendenza Video Su YouTube

=== === === === === ===

TENDENZA PER LA PRIMA PARTE DELLA SETTIMANA

Un vasto campo di alta pressione interessa tutta l’Europa centro-occidentale, andando ad estendersi verso est fino ad incontrare l’alta pressione russa. Di conseguenza il tempo si manterrà perlopiù stabile salvo la presenza di qualche nebbia nelle aree interne ed instabilità a tratti sul comparto scandinavo ed est-europeo, a causa di una saccatura fredda e perturbata in veloce riassorbimento. Volgendo ora lo sguardo sul Mediterraneo orientale notiamo la presenza di una vasta circolazione depressionaria alimentata da aria gelida di origine russa in scorrimento sul bordo meridionale dell’anticiclone euro-russo. Avremo quindi tempo marcatamente instabile con condizioni pienamente invernali e neve che scenderà fino in pianura sulla Turchia, sui Balcani meridionali e sulla Grecia. Fattibile una nevicata su Atene, anche copiosa. La nostra penisola si troverà nella zona di confine tra l’alta pressione e la discesa fredda appena ad est con condizioni meteo stabili al nord ed al centro, mentre locale instabilità sarà presente lungo il versante adriatico ed al centro-sud con temperature fredde sotto la media. Questo soprattutto nella giornata di lunedì, mentre martedì avremo delle schiarite.

TENDENZA PER LA PARTE CENTRALE DELLA SETTIMANA

L’alta pressione interessa ora tutta l’Europa centro-occidentale spostando ulteriormente verso levante la discesa fredda che sta interessando l’Europa orientale, l’area balcanica ed il settore turco-ellenico, zone nelle quali saranno ancora attive condizioni prettamente invernali con nevicate anche in pianura. Altrove, tale alta pressione garantirà condizioni di tempo stabile, salvo della residua nuvolosità sulle regioni basso-mediterranee, tra queste anche la nostra penisola che vedrà nubi sparse al sud, mentre al nord ed al centro prevarranno condizioni di tempo soleggiato. Dalla giornata di giovedì, una nuova pulsazione dell’alta pressione oceanica ad ovest della Gran Bretagna determinerà la discesa di un veloce impulso dalle caratteristiche abbastanza fredde e perturbate che attraverserà tutta l’Europa centrale addossandosi all’arco alpino, portando con se precipitazioni e nevicate a quote molto basse. Sulla nostra penisola sarà un giovedì contraddistinto da cieli perlopiù sgombri da nubi, salvo la possibile locale presenza di nubi basse e banchi di nebbia nei bassi strati. Tendenza dalla serata ad un calo della pressione sul Mar Ligure con nubi in aumento associate alle prime deboli piogge, il tutto dovuto all’impulso perturbato nord-europeo oramai addossato alle Alpi.

TENDENZA PER LA PARTE FINALE DELLA SETTIMANA

La temporanea pulsazione verso nord dell’alta pressione euro-atlantica tende progressivamente a riassorbirsi, spostando il centro dell’anticiclone più ad ovest, e quindi in pieno Oceano Atlantico. Ciò favorirà il consolidamento di un corridoio perturbato meridiano, carico di maltempo con neve a bassa quota, entro il quale scorrerà aria artica che dalla Gran Bretagna attraverserà l’Europa centrale, per poi gettarsi nel Mediterraneo, dove scaverà un minimo depressionario nei pressi della penisola italiana. Infatti, assisteremo ad un rapido peggioramento che a partire da venerdì percorrerà l’intera penisola, per poi insistere al sud nella giornata di sabato. Attese precipitazioni a tratti intense con nevicate sui rilievi a quote medie, dal momento che l’aria fredda verrà in parte bloccata dalle Alpi. Fenomenologia meno probabile e più sparsa sulle regioni settentrionali. Nella giornata di domenica un nuovo impulso polare, sta volta più intenso, interesserà tutta l’Europa centrale, con diffuse precipitazioni e neve che raggiungerà la pianura sulla Germania e sulle nazioni a nord delle Alpi. Sulla nostra penisola avremo un temporaneo miglioramento con schiarite, anche ampie.