Archivio Bollettini

PREVISIONI METEO – Temporali in Arrivo al Nord – 26 LUG & Tendenza

Clicca Qui Per Visualizzare Il Bollettino Video Su YouTube

=== === === === === ===

SITUAZIONE ED EVOLUZIONE GENERALE

L’elevazione dell’Anticiclone delle Azzorre ad ovest della Gran Bretagna determina la discesa sul suo lato orientale di aria fresca polare-marittima derivante da una vasta depressione in sede scandinava. Di conseguenza il tempo andrà peggiorando sul centro-Europa dove si avranno intensi temporali. Aria più fresca dalla Valle del Rodano anche sul Mediterraneo con sviluppo di temporali al nord-Italia ed alta africana in ritiro verso sud.

PREVISIONI METEO PER L’AREA ITALIANA – Martedì 26 Luglio 2022

NORD
Instabile con temporali sparsi attivi al mattino sui settori di nord-est e nel pomeriggio sulle Alpi e sulla Val padana centro-orientale. Possibili fenomeni intensi accompagnati da grandinate. Caldo in rapida attenuazione.

CENTRO
Poco nuvoloso al mattino con sviluppo di nubi pomeridiane sul crinale appenninico accompagnate da brevi temporali. In serata aumenta la nuvolosità medio-bassa sulla Toscana per l’ingresso di umidi venti di libeccio. Ancora molto caldo.

SUD E ISOLE
Soleggiato con condizioni diffusamente calde ed afose. Qualche addensamento tenderà a svilupparsi sulla cresta appenninica nel corso delle ore pomeridiane con basso rischio di brevi rovesci.

TEMPERATURE
Temperature massime in diminuzione al nord, specie in occasione di temporali. Minime stazionarie. Valori ancora superiori alle medie con condizioni di disagio per caldo ed afa diffusa, pericolosa per la salute delle persone fragili.

VENTI E MARI
Ventilazione in rotazione e rinforzo dai quadranti occidentali in particolare sull’alto Tirreno dove in serata i venti diverranno a tratti forti. Mari poco-mossi con moto ondoso in rapido aumento sui settori settentrionali.

TENDENZA METEO NAZIONALE ESTESA FINO ALLE 72 ORE

L’alta pressione africana si allontana sotto la spinta di aria più fresca in discesa sulla Francia ed in ingresso parziale dalla Valle del Rodano. Ciò determinerà la nascita di una depressione in quota che dal Mar Ligure scenderà verso sud accompagnata da temporali e calo termico. La fenomenologia, anche intensa ed accompagnata da grandinate, risulterà più attiva al nord e successivamente sui rilievi appenninici versante adriatico.