Archivio Bollettini

PREVISIONI METEO – Temporali e Grandine al Nord – 28 GIU & Tendenza

Clicca Qui Per Visualizzare Il Bollettino Video Su YouTube

=== === === === === ===

SITUAZIONE ED EVOLUZIONE GENERALE

La saccatura perturbata nord-atlantica sull’ovest del continente europeo pilotata da una depressione in sede britannica tende a spostarsi leggermente verso levante andando ad interferire più direttamente con il vasto anticiclone africano presente sul Mediterraneo centrale e sulla penisola italiana. L’interazione tra aria torrida ed aria fresca oceanica darà vita a forti temporali tra sud della Francia, oltr’alpe e al nord-Italia.

PREVISIONI METEO PER L’AREA ITALIANA – Martedì 28 Giugno 2022

NORD
Infiltrazioni di aria più fresca in quota in contrasto con l’aria calda africana daranno luogo a forti temporali che da ovest si sposteranno verso est. Attenzione, la fenomenologia potrebbe risultare violenta ed accompagnata da grandinate.

CENTRO
Dominio dell’alta pressione africana con cieli poco nuvolosi e disagio per afa nelle zone interne. Più instabile sulla Toscana dove aria più fresca in quota darà luogo a forti temporali sulla parte nord-occidentale della regione.

SUD E ISOLE
Alta pressione africana con cieli poco nuvolosi per il passaggio di locali velature. Condizioni di elevato disagio per caldo ed afa. Dal pomeriggio caldo in attenuazione sulla Sardegna settentrionale per l’ingresso del maestrale.

TEMPERATURE
Temperature massime in diminuzione al nord e sulla Sardegna. Cali a tratti sensibili nelle zone interessate dai temporali. Minime in ulteriore lieve aumento. Valori di molto oltre la norma per la presenza di aria africana.

VENTI E MARI
Ventilazione in rinforzo sul Tirreno a rotazione ciclonica attorno ad una depressione in quota sul Mar Ligure. Colpi di vento durante i temporali. Mari poco mossi sui settori adriatici, mossi altrove, con moto ondoso in aumento.

TENDENZA METEO NAZIONALE ESTESA FINO ALLE 72 ORE

L’anticiclone africano mollerà temporaneamente la presa con temperature in calo, ventilazione più fresca da ovest e locale instabilità sull’arco alpino. Tuttavia questa sarà soltanto una breve pausa in quanto già dalla giornata di Giovedì l’anticiclone africano tenderà ad avere una nuova pulsazione verso nord tornando ad invadere tutto il centro-sud e le isole con termiche in quota decisamente elevate e condizioni molto afose.