Archivio Bollettini

METEO – L’Alta Africana Infiamma l’Italia, Frantumati Record Termici

Clicca Qui Per Visualizzare Il Bollettino Video Su YouTube

=== === === === === ===

EVOLUZIONE SUL COMPARTO EURO-MEDITERRANEO

La vasta depressione oceanica sul nord-Europa tenderà a spostarsi verso la Scandinavia, continuando a mantenere il getto meridiano in Atlantico. Ciò favorirà il persistere sul Mediterraneo di una vasta figura anticiclonica di matrice africana, che inclinerà il suo asse verso la penisola Italiana estendendosi fino in area balcanica. Di conseguenza, su dette zone, si avranno giornate torride con temperature che nelle aree interne più riparate batteranno vari record storici.

PREVISIONI METEO PER L’AREA ITALIANA – Lunedì 17 Luglio 2023

NORD
Sole prevalente con caldo ed afa in ulteriore aumento, soprattutto sulla Val Padana centrale. Attenzione, pericolo per anziani e fragili legato alle condizioni diffusamente afose. Soltanto sulle Alpi centro occidentali saranno possibili dei piovaschi pomeridiani.

CENTRO
Cieli sereni o poco nuvolosi con clima estremamente caldo ed afoso sia sulle pianure che lungo le coste. Allerta per pericoli alla salute di tutta la popolazione nelle ore più calde. Temperature sopportabili soltanto in alta montagna in pieno Appennino.

SUD E ISOLE
L’intensità dell’alta africana ha raggiunto il suo massimo, insistendo con una cappa di caldo ed afa che avvolge tutte le zone. Attenzione, in alcune località dell’entroterra verranno abbattuti vari record di temperatura massima. Pericolo per la salute di tutti.

TEMPERATURE
Temperature massime ancora in aumento con picchi diffusamente sui 40°C nelle pianure interne del centro e del sud. Minime nel complesso stazionarie su valori da notti tropicali, ossia superiori ai 20°C.

VENTI E MARI
Ventilazione debole a regime di brezza con locali rinforzi durante il pomeriggio, specie al centro-sud. Mari da calmi a localmente poco mossi nel corso delle ore centrali della giornata.

TENDENZA METEO NAZIONALE PER I SUCCESSIVI DUE GIORNI

L’estensione dell’anticiclone africano raggiunge i suoi massimi Martedì, quando termiche al di sopra della 25 ad 850hPa interesseranno la quasi totalità della penisola, con punte vicine alla 29 al centro-sud e sulle isole. Di conseguenza ci attendono temperature al suolo diffusamente oltre i 40°C nelle zone interne più riparate, rendendo la giornata insopportabile e pericolosa per la salute della stragrande maggioranza della popolazione. L’alta africana inizierà ad attenuarsi al nord da Mercoledì, quando qualche temporale riuscirà a sfondare verso le pianure, provenendo dai settori alpini.