Archivio Bollettini

METEO • Alta Africana Protagonista | Caldo ed Afa Intensi

Clicca Qui Per Visualizzare Il Bollettino Video Su YouTube

=== === === === === ===

EVOLUZIONE SUL COMPARTO EURO-MEDITERRANEO

Il getto perturbato oceanico, in scorrimento sul fianco orientale dell’Alta delle Azzorre, affonda in modo deciso sulla penisola iberica, dove tenderà a scavare una circolazione depressionaria secondaria. Tale configurazione barica darà linfa ad una pulsazione verso nord dell’anticiclone subtropicale di stampo africano che si estenderà in direzione della penisola italiana. Il tutto sarà accompagnato da termiche in quota di molto superiori alla media e di diretta estrazione sahariana. Prende vita la prima ondata di caldo dell’estate 2024.

PREVISIONI METEO PER L’AREA ITALIANA – Martedì 18 Giugno 2024

NORD
Bel tempo su tutte le zone con cieli sereni o poco nuvolosi, salvo lo sviluppo di qualche nube pomeridiana sull’arco alpino, a tratti compatta sulla cresta di confine. Sereno ovunque verso sera.

CENTRO
Sereno o poco nuvoloso con al più locali ed innocui addensamenti pomeridiani a ridosso dei rilievi. Farà un po caldo nelle conche interne con una leggera sensazione di afa.

SUD ED ISOLE
Soleggiato su tutte le zone, salvo locali velature di passaggio. Caldo ed afa in enfasi progressiva soprattutto nelle zone interne pianeggianti. Al mattino afoso anche sulle coste a causa dell’elevata umidità nei bassi strati.

TEMPERATURE
Temperature massime in aumento su tutte le zone con punte massime diffusamente oltre i 30°C nelle pianure del centro e del sud. Minime anch’esse in aumento. Valori che andranno al di sopra delle medie, specie al sud e sulle isole.

VENTI E MARI
Ventilazione tra debole e moderata sciroccale, con locali rinforzi in area tirrenica ed insulare. Mari da poco mossi in area adriatica a mossi altrove. Localmente molto mossi a sud-ovest della Sardegna.

TENDENZA METEO NAZIONALE PER I SUCCESSIVI DUE GIORNI

L’affondo perturbato del getto polare-marittimo in sede iberica continuerà ad alimentare la risalita sulle nostre zone di masse di aria molto calda di diretta estrazione sahariana, inserite in un promontorio mobile anticiclonico africano. Le termiche alla quota di 850hPa supereranno la 25 sul comparto meridionale ed insulare, dove le temperature al suolo nelle zone interne sfioreranno i 40°C. Caldo intenso anche nelle conche del centro-nord. Anticiclone che inizierà ad indebolirsi sul suo lato settentrionale da Giovedì, quando il flusso umido ascendente del getto lambirà le Alpi, dove si svilupperanno temporali, in possibile sconfinamento sulle pianure appena adiacenti.