Archivio Bollettini

Bollettino Meteo – Venerdì 21 Gennaio 2022

Clicca Qui Per Visualizzare Il Bollettino Video Su YouTube

=== === === === === ===

SITUAZIONE ED EVOLUZIONE GENERALE

L’elevazione verso nord dell’anticiclone euro-atlantico nei pressi della Gran Bretagna ha attivato una contro-risposta fredda della Corrente a Getto polare, generando una saccatura che dalla scandinavia è andata ad interessare tutta l’Europa orientale, scendendo verso i Balcani. Il tutto è accompagnato da una drastica diminuzione delle temperature con condizioni invernali e neve in pianura. Questa configurazione barica ha scavato un minimo secondario che si avviterà sul settore basso-mediterraneo ed ellenico, inviando ulteriore aria fredda verso sud favorendo maltempo invernale. Più ad ovest l’alta pressione, sotto la spinta del getto in uscita dal Canada, tende nuovamente a premere, spostando progressivamente la discesa fredda verso levante.

PREVISIONI METEO PER L’AREA ITALIANA – Venerdì 21 Gennaio 2022

NORD
Cieli parzialmente nuvolosi con nuvolosità più compatta nella prima parte della giornata sulla cresta alpina orientale e sul settore romagnolo, a causa dell’ingresso di aria fredda dai quadranti orientali. Su queste zone saranno possibili fugaci rovesci, nevosi fino a bassa quota. Formazione di locali banchi di nebbia sulla Val Padana centrale, specie di prima mattina.

CENTRO
L’afflusso di aria fredda dai quadranti orientali, pilotato da una circolazione depressionaria sul basso-Mediterraneo, determinerà un aumento delle nubi lungo la fascia adriatica, alle quali si assoceranno precipitazioni sparse con nevicate in calo di quota fino alla bassa collina. Tempo stabile e soleggiato lungo tutto il versante tirrenico, salvo dei locali rovesci al mattino sulla costa laziale.

SUD E ISOLE
Tempo instabile con addensamenti più compatti sull’area ionica e sulla Sicilia settentrionale, accompagnati da precipitazioni sparse più attive a ridosso dei rilievi. Il drastico calo delle temperature, a causa di aria fredda di origine balcanica, determinerà la caduta di neve a quote progressivamente più basse, fino a lambire le pianure interne in serata. Altrove la fenomenologia risulterà più blanda e meno probabile.

TEMPERATURE
Temperature massime in diminuzione, più sensibile sui rilievi e lungo le zone del versante adriatico. Minime anch’esse in calo con gelate in Val Padana e nelle vallate interne alpine ed appenniniche.

VENTI E MARI
Ventilazione in rotazione e rinforzo dai quadranti settentrionali, con raffiche fino a forti da maestrale sulle due isole maggiori e da bora lungo le zone adriatico-ioniche e sui crinali appenninici, specie nella seconda parte della giornata. Mari mossi con moto ondoso in aumento. Dal pomeriggio mari a tratti molto-mossi sui settori insulari e meridionali.