Archivio Bollettini

Bollettino Meteo del 17-04-2021

Situazione e Evoluzione Generale

Persiste l’anomalia della corrente a getto sull’intero emisfero rimanendo decisamente ondulata nonostante l’avanzare della stagione primaverile. Questo determinerà la discesa di saccature fredde verso le basse latitudini accompagnate da maltempo e temperature decisamente al di sotto della media. In Europa la situazione tende ulteriormente a complicarsi ad opera dell’inclinazione verso nord-est dell’Alta Delle Azzorre che andrà a congiungersi con l’Alta scandinava creando così una configurazione a ponte tipica delle più energiche ondate di gelo invernali. Di conseguenza masse di aria fredda di estrazione russa scorreranno sulla parte meridionale della struttura alto pressoria andando ad interessare l’Europa occidentale e mediterranea con condizioni di tempo instabile e temperature decisamente al di sotto della media del periodo. La nostra penisola si troverà immersa nel centro del flusso freddo con condizioni meteorologiche decisamente instabili e temperature sotto la media fino per lo meno all’inizio dell’ultima decade del mese di Aprile. Le precipitazioni interesseranno a tratti i rilievi e le zone del versante adriatico con neve a quote collinari e localmente più in basso nelle vallate alpine. Temperature decisamente basse su valori tipicamente invernali in un contesto meteorologico decisamente insolito per la stagione e che farà parlare molto di se. Solo nell’ultima parte del mese di Aprile è prevista una lenta ripresa delle temperature ad opera di un anticiclone che premerà da ovest. Prosegue quindi l’estrema anomalia della corrente a getto polare a dimostrazione di come gli effetti della bassa attività solare siano oramai evidenti e improntati verso un irreversibile raffreddamento dell’emisfero nord pilotato da saccature polari sempre più energiche nella loro penetrazione verso sud.

Previsioni per il giorno 17-04-2021

Nord
Parzialmente nuvoloso per nubi medio-alte, più compatte sulle zone di nord-est e sull’Emilia. Locali rovesci a ridosso dei rilievi alpini nord-occidentali che, grazie alla presenza di aria fredda in quota, assumeranno carattere nevoso fino a quote collinari. Tendenza dalla serata ad un ulteriore incremento delle nubi sulle zone più orientali con piogge in intensificazione.

Centro
Irregolarmente nuvoloso con addensamenti più consistenti lungo la fascia adriatica e sul Lazio dove vi saranno delle piogge sparse. Ulteriore peggioramento in serata con l’estensione della fenomenologia a tutto il versante adriatico e a tutte le zone appenniniche con nevicate fino a 1000-1100m.

Sud e Isole
Condizioni di maltempo per il persistere di un minimo depressionario centrato in area ionica. Attese precipitazioni sparse un po su tutte le zone con anche dei temporali tra Sardegna meridionale e Sicilia settentrionale. Clima decisamente freddo per il periodo grazie ad un afflusso di aria fredda dai Balcani richiamata dal minimo ionico.

Temperature
Temperature massime stazionarie con valori ancora decisamente bassi per il periodo, in particolare nelle zone interessate dai fenomeni più persistenti e sui rilievi. Minime in lieve aumento un po su tutte le zone ed in particolare in quelle interessate da copertura nuvolosa nottetempo unita a ventilazione sostenuta.

Venti e Mari
Ventilazione tra moderata e forte a rotazione ciclonica attorno ad un minimo situato al sud Italia. Rinforzi al largo e sui crinali appenninici. Mari da mossi a molto-mossi con moto ondoso in ulteriore aumento nel pomeriggio sui settori ionici dove il mare diverrà agitato.

Previsioni per il giorno 18-04-2021

Nord
Cieli irregolarmente nuvolosi con addensamenti più consistenti a ridosso dei rilievi e sulle zone orientali dove saranno possibili rovesci sparsi, nevosi fino a quote collinari dato il persistere di un flusso orientale di aria fredda e decisamente instabile. Tendenza dalla sera ad ulteriore intensificazione della fenomenologia sulle coste emiliane. Tempo generalmente asciutto sulle pianure più occidentali.

Centro
Condizioni di tempo instabile a causa della presenza in quota di una vasta goccia fredda con perno sul Tirreno centrale. Attesi rovesci e temporali sparsi, più probabili sui rilievi, le zone interne e lungo la fascia adriatica. Neve in Appennino attorno ad i 1100-1200m. Tendenza dal tardo pomeriggio ad un ulteriore intensificazione dell’instabilità con fenomenologia che diverrà a tratti diffusa.

Sud e Isole
Tempo decisamente instabile su tutte le zone con rovesci e temporali sparsi più probabili sulla Sardegna e le zone tirreniche. In serata l’approfondimento della goccia fredda in quota determinerà una recrudescenza instabile in estensione un po a tutte le zone accompagnata da fenomenologia localmente diffusa e intensa. Neve in appennino oltre i 1200m.

Temperature
Temperature massime stazionarie o in lieve aumento sulle regioni di nord-ovest laddove le schiarite saranno più ampie. Minime in ulteriore aumento su tutte le zone, più sensibile nelle pianure ed al centro sud, grazie alla coperture nuvolosa e all’intensa ventilazione. Valori sia minimi che massimi comunque ancora molto bassi nonostante l’avanzata stagione primaverile.

Venti e Mari
Ventilazione tra moderata e forte a rotazione attorno ad un minimo depressionario sul Tirreno meridionale in lento spostamento verso levante. Rinforzo ulteriore dei venti nord-occidentali sui settori tirrenici in serata. Mari da mossi sui versanti adriatici fino a molto-mossi quelli tirrenici con moto ondoso in ulteriore aumento dal tardo pomeriggio, in particolare tra le due isole maggiori.