Archivio Bollettini

Bollettino Meteo del 26-11-2021

Situazione e Evoluzione Generale

L’alta pressione oceanica si trova salda in pieno Atlantico ed oramai è slanciata verso nord, congiungendosi con l’anticiclone stazionante sulla Groenlandia. Di conseguenza la Corrente a Getto polare scende meridiana verso sud percorrendo un corridoio freddo e perturbato entro il quale si inseriscono una serie di impulsi instabili. Questi impulsi investiranno tutta l’Europa occidentale ed il Mediterraneo accompagnati da maltempo ed un deciso calo delle temperature che porterà neve a bassa quota, e localmente in pianura, tra Gran Bretagna, Francia e Germania. Sulla nostra penisola il tempo si manterrà decisamente instabile con piogge più intense al nord, sulle isole e sui versanti tirrenici. Calo termico con neve in progressivo calo di quota fino alla collina. Questa situazione rimarrà immutata per tutto il week-end e l’inizio della prossima settimana.

Previsioni per il giorno 26-11-2021

Nord
Parzialmente nuvoloso con nubi più compatte sulle regioni orientali, mentre ad ovest si avranno delle schiarite anche ampie nella prima parte della giornata. Dalla sera possibili piovaschi sul Friuli, sul Veneto e sulla Lombardia settentrionale con neve sui rilievi alpini attorno ad i 1000m di quota.

Centro
Marcatamente instabile lungo la fascia tirrenica con piogge sparse, a tratti intense, in intensificazione nel corso della giornata. Qualche temporale sarà possibile lungo le zone costiere. Generalmente asciutto sulle zone adriatiche salvo qualche sporadico rovescio a ridosso dei rilievi. Neve in Appennino attorno ad i 1300m.

Sud e Isole
Spiccata variabilità con precipitazioni sparse, più intense sul Tirreno meridionale e sull’ovest della Sardegna, dove non si esclude la possibilità dello sviluppo di temporali sparsi. Andrà meglio sulle restanti zone con tempo perlopiù asciutto accompagnato dall’ingresso di timide schiarite, più ampie sulla Sicilia centro-meridionale.

Temperature
Temperature massime nel complesso stazionarie salvo delle locali diminuzioni nelle zone interne appenniniche. Minime in lieve aumento, più marcato sulle regioni nord-orientali.

Venti e Mari
Ventilazione da debole al nord a moderata altrove in rotazione ciclonica attorno ad un minimo depressionario sull’alto Tirreno. Rinforzo dei venti nel corso della giornata con raffiche fino a forti in mare aperto e sulle coste esposte. Mari molto-mossi con moto ondoso in aumento fino a mare agitato sui settori tirrenici.

Previsioni per il giorno 27-11-2021

Nord
Marcatamente instabile con addensamenti più compatti a nord del Po, associati a rovesci a tratti intensi. La fenomenologia risulterà più probabile procedendo verso est. Le basse temperature in quota faranno si che la neve scenderà fino alla collina sulle zone alpine e prealpine della Lombardia, del Veneto e del Friuli. Tendenza dalla sera ad una graduale attenuazione dei fenomeni.

Centro
Una circolazione depressionaria sull’alto Tirreno mantiene il tempo instabile con rovesci concentrati in particolar modo lungo le zone del versante tirrenico. Dal pomeriggio ulteriore peggioramento sulla Toscana, e successivamente sul Lazio, con piogge diffuse e qualche temporale lungo le coste. Generalmente asciutto sul versante adriatico con timide aperture sui litorali. Neve sulle cime appenniniche attorno ad i 1100m.

Sud e Isole
Cieli irregolarmente nuvolosi con fenomenologia sparsa, accompagnata anche da temporali attivi sull’est della Sardegna, sul basso Tirreno ed al mattino anche sulla Sicilia. Andrà meglio sul basso adriatico ed est Sardegna con tempo perlopiù asciutto e possibili locali aperture.

Temperature
Temperature massime in calo, maggiormente sensibile sui rilievi e sulle regioni settentrionali. Minime anch’esse in diminuzione in particolare sulle zone settentrionali di pianura, dove si avranno anche delle locali gelate. Valori che andranno sotto media un po ovunque.

Venti e Mari
Ventilazione occidentale da debole sulle regioni settentrionali fino a moderata, a tratti forte, sulle restanti zone. Raffiche fino a molto-forti da libeccio sui settori alto-tirrenici ed al centro-nord. Mari da molto-mossi sui settori adriatici, fino ad agitati sui settori tirrenici con mareggiate sulle coste esposte.