Archivio Bollettini

Bollettino Meteo del 20-01-2021

Situazione e Evoluzione Generale

Il Vortice Polare continua ad essere molto disturbato sull’intero emisfero a causa dell’onda lunga degli effetti dello stratwarming terminato a fine Dicembre. Ciò determinerà delle vivaci ondulazioni della corrente a getto alla base di ondate gelide sui vari continenti fino a latitudini insolite, come ad esempio l’ondata gelida e nevosa che dopo avere interessato la Grecia si sta abbattendo duramente con copiose nevicate fin sulle coste della Turchia. Questa situazione ha anche portato all’abbattimento di vari record di freddo, in particolare sulla Russia e la Siberia. Tuttavia il disturbo del Vortice Polare sembra destinato a continuare in quanto la stratosfera risulta ancora bilobata a causa del persistere di una situazione di moderato stratwarming che non accenna riassorbirsi. Infatti, dopo una temporanea distensione del getto per via di una compenetrazione depressionaria in Atlantico che porterà il ristabilirsi del flusso occidentale con temperature in aumento e molte piogge sull’Europa occidentale e l’area mediterranea, sono attese nuove pulsazioni dell’alta oceanica verso nord della parte finale del mese. Queste future pulsazioni sono avvalorate da indici teleconnettivi su valori del tutto favorevoli ad un flusso atlantico molto debole e alla presenza di anticicloni in sede atlantica protesi verso nord. Quindi, seppur sullo scacchiere sud-europeo assisteremo ad una ripresa delle temperature in un contesto meteorologico contraddistinto da passaggi perturbati oceanici e rimonte alto-pressorie, l’inverno, nella sua veste gelida e nevosa, è tutt’altro che in declino in quanto il Vortice Polare risulta permanere disturbato pronto a catapultare i suoi lobi gelidi verso le basse latitudini appena il getto tenderà minimamente ad ondulare. La situazione modellistica e previsionale va comunque ribadito che risulta ancora molto caotica ed imprevedibile a conferma di un periodo dalla portata eccezionale riguardo il comportamento della stratosfera e la sua interazione troposferica.

Previsioni per il giorno 20-01-2021

Nord
Cieli irregolarmente nuvolosi con tendenza ad un ulteriore aumento delle nubi sull’arco alpino e sulle zone più occidentali con associata fenomenologia sparsa. La presenza di un cuscinetto freddo nei bassi strati sul Piemonte farà si che si avranno delle nevicate fino a quote pianeggianti dal pomeriggio. Quota neve sui 900-1000m al nord-est. Pioviggini diffuse dalla sera sulla Liguria. Generalmente asciutto sulla costa veneto-romagnola.

Centro
Nubi in rapido aumento su tutto il versante occidentale con particolare attenzione alla Toscana dove la copertura risulterà diffusa e associata a deboli rovesci in estensione dalle cote verso l’entroterra. Nevicate in Appennino oltre i 1100-1200m. Tempo migliore sul versante adriatico con annuvolamenti intervallati da timide schiarite specie sulle coste.

Sud e Isole
Tempo variabile con addensamenti più consistenti sulle zone del versante tirrenico dove a ridosso dei rilievi non si escludono dei deboli e sporadici rovesci. Ampie schiarite sulla Puglia specie nella prima parte della giornata. Tendenza dalla serata ad una ulteriore intensificazione della nuvolosità ad iniziare dalla Sardegna.

Temperature
Temperature massime in aumento, più sensibile lungo i versanti tirrenici ed al sud. Valori ancora piuttosto bassi sulle pianure del nord-ovest a causa della persistenza di un cuscinetto freddo nei bassi strati. Minime anch’esse in aumento specie in quota, sulle isole ed al centro-sud per l’arrivo in quota di aria più mite dai quadranti meridionali.

Venti e Mari
Venti in rinforzo dai quadranti meridionali nel corso della giornata. Raffiche a tratti fino a forti dal pomeriggio sui versanti occidentali e sulle due isole maggiori. Mare generalmente mosso l’Adriatico e fino a molto-mosso il Tirreno con moto ondoso in locale ulteriore intensificazione durante il giorno.

Previsioni per il giorno 21-01-2021

Nord
Cieli molto nuvolosi con addensamenti consistenti e compatti sull’arco alpino e sulle regioni di nord-ovest dove insisteranno per l’intera giornata diffuse precipitazioni, nevose sull’arco alpino attorno agli 800-1000m. Nella prima parte della giornata un residuo di cuscinetto freddo sul Piemonte potrebbe portare nevicate fino in pianura sul cuneese e miste a pioggia sul torinese. Temporali in ingresso sulla Liguria. Precipitazioni più sparse e isolate sulla costa veneta-romagnola.

Centro
Nuvolosità intensa sui versanti occidentali con rovesci o temporali sparsi. Fenomenologia più diffusa e persistente sulla Toscana. Nevicate sui maggiori rilievi appenninici oltre i 1400-1500m. Maggiore variabilità sui versanti adriatici con rovesci intervallati da parziali schiarite, specie lungo le zone costiere.

Sud e Isole
Tempo variabile con addensamenti più consistenti sulla Sardegna e la Campania dove saranno presenti rovesci sparsi in intensificazione nella seconda parte della giornata. Locali schiarite all’estremo sud e sulla Sicilia in un contesto generalmente asciutto per l’intera giornata.

Temperature
Temperature massime in ulteriore lieve aumento specie al sud e sulle isole. Ancora piuttosto basse, seppur in aumento, sulle pianure del nord, specie di Piemonte e Lombardia. Minime nel complesso stazionarie su valori al di sopra delle medie al centro ed al sud grazie ad un richiamo mite dai quadranti meridionali.

Venti e Mari
Venti da moderati a fori da sud, sud-ovest con ulteriori rinforzi tra le due isole maggiori e sull’alto Tirreno. Mari in genere molto-mossi con moto ondoso in aumento sul Tirreno settentrionale e ad ovest della Sardegna dove in serata potrebbero esserci locali mareggiate sulle coste più esposte.