Analisi MeteoContenuti

Vasta e Intensa Ondata di Calore in Azione

L’innesco di una ondulazione della Corrente a Getto in pieno Oceano Atlantico scaverà una saccatura che determinerà una risalita dell’anticiclone africano sul suo bordo orientale. L’estensione dell’area alto-pressoria sarà notevole e tenderà ad inglobare tutta l’area mediterranea spingendosi fin verso l’Europa meridionale continentale. Il tutto sarà accompagnato da temperature di molto sopra la media e condizioni decisamente afose.

La Corrente a Getto tende ora a scavare una vasta saccatura che andrà posizionandosi in pieno oceano atlantico consentendo la risalita in area mediterranea di un imponente e vasta figura alto-pressoria di matrice africana. L’influenza di questa area anticiclonica andrà temporaneamente ad estendersi anche al sud della Francia fino a lambire il sud della Germania. Ciò garantirà condizioni di diffuso bel tempo con temperature che aumenteranno sensibilmente raggiungendo valori notevoli. Al di sopra di questa figura alto-pressoria, e quindi sull’Europa centrale e settentrionale rimarrà viva una circolazione fresca e umida atlantica con condizioni di tempo variabile e temperature fresche. La nostra penisola si troverà inserita, soprattutto nell’area insulare e meridionale, nella parte centrale dell’alta africana con termiche che raggiungeranno valori di 28-30°C alla quota di 850hPa (~1500m), portando al suolo temperature che nelle aree interne e più riparate delle isole e del sud supereranno facilmente i 40°C. L’afa comunque si darà sentire su tutta la penisola alimentando condizioni di disagio nelle pianure del centro-nord e su tutta la Val Padana. Tale situazione è prevista perdurare fino alla fine della seconda decade del mese quando una depressione atlantica in arrivo dalla Francia tenderà a scalzare il dominio anticiclonico portando con se piogge e temporali, che dati i contrasti termici con l’aria africana pre-esistente potrebbero essere anche di forte intensità ed accompagnati da volente grandinate e possibile formazione di super-celle. Tutto ciò è comunque ancora da confermare nelle future emissioni modellistiche. In conclusione si conferma oramai l’assenza totale dell’Anticiclone delle Azzorre, tipico delle vecchie estati, a dimostrazione di come l’assetto barico sia oramai dominato anche nel trimestre estivo dall’attività diretta della Corrente a Getto.

SINTESI PREVISIONALE

Lunedì 9
Anticiclone africano
in netto rinforzo soprattutto al sud e sulle isole dove farà ingresso l’isoterma +30°C alla quota di 850hPa. Le condizioni saranno di bel tempo su tutta la penisola salvo la presenza di addensamenti sulle Alpi di nord-est ad i quali si assoceranno deboli e sporadici rovesci. Qualche addensamento per nubi medio-alte sarà possibile anche sulla Sardegna ed il medio-Tirreno. Temperature in aumento con punte prossime ad i 40°C nelle zone interne del sud e delle isole.

Martedì 10
Ulteriore consolidamento e rinforzo dell’alta africana che andrà gradualmente estendendosi anche verso le regioni settentrionali, seppur con termiche più basse che al sud. Le condizioni meteo saranno all’insegna del tempo stabile e soleggiato salvo modesta nuvolosità pomeridiana a ridosso dei rilievi alpini e appenninici. Locali nubi basse al mattino e durante la notte sulla Toscana a causa dell’elevato tasso di umidità. Temperature in ulteriore aumento con afa che diverrà veramente intensa nelle aree pianeggianti più interne. Attese punte di oltre i 40°C sulle zone meridionali interne e sulle isole.

Mercoledì 11, Giovedì 12, Venerdì 13
Condizioni di bel tempo su tutta la penisola che oramai si trova interamente inserita in una vasta figura anticiclonica di matrice africana. Il caldo si farà veramente intenso sulle regioni meridionali e sulle isole con valori abbondantemente e diffusamente superiori ad i 40°C nelle zone interne. Afa diffusa anche al nord ed al centro-nord con condizioni disagevoli anche di notte. Tuttavia l’elevato tasso di umidità potrebbe portare alla formazione di cumulonembi nelle zone interne ed a ridosso dei rilievi dove non sono da escludersi sporadici temporali di calore. Qualche temporale sarà possibile anche sulle zone alpine di nord-est.

Week-end
Ancora pieno domino dell’alta pressione afro-mediterranea con condizioni di diffuso bel tempo salvo la formazione di modesti addensamenti sui rilievi, specie quelli alpini dove non sono da escludersi dei deboli rovesci sulla cresta di confine. Ancora decisamente caldo con massime prossime ad i 40°C nelle zone interne del centro, del sud e delle isole. Afa marcata anche al nord, soprattutto in Val Padana.

Tendenza Successiva
Dopo un inizio della nuova settimana ancora all’insegna dell’alta pressione africana con temperature decisamente elevate, assisteremo verso la metà della settimana ad un graduale cedimento dell’alta pressione che verrà erosa da ovest da una saccatura nord-atlantica. I contrasti termici saranno elevati e potrebbero prender vita super-celle accompagnate da colpi di vento e grandinate. Tuttavia trattasi di una tendenza a lungo periodo suscettibile di molte variazioni prima di avere tracciata una via definitiva.