Archivio Bollettini

Bollettino del 06-12-2020

Previsioni per il giorno 06-12-2020

Situazione ed Evoluzione
Un corridoio freddo e perturbato di natura polare, pilotato da una vasta ondulazione della corrente a getto, ha dato vita ad una saccatura incastrata tra l’Alta Pressione Delle Azzorre ed un anticiclone situato sulla Russia. Di conseguenza la situazione meteorologica si manterrà perturbata su tutta Europa con precipitazioni abbondanti e nevicate a quote molto basse data la presenza di aria fredda in quota. Tutto ciò, data la struttura di blocco sopracitata, sarà in lenta evoluzione e condizionerà il tempo per molti giorni. Sulla nostra penisola condizioni di diffuso maltempo con precipitazioni a tratti abbondanti che faranno scattare l’allerta per rischio idrogeologico un po su tutte le zone. L’afflusso di aria mite sul bordo sud-orientale della saccatura farà salire la quota neve fino oltre i 1000m sule Alpi ed i 1500-1600m in Appennino. Tendenza dal pomeriggio a schiarite a partire dal nord-ovest e l’alto Tirreno. Temperature massime in lieve calo con ventilazione sostenuta.

Nord
Cieli da prima molto nuvolosi con precipitazioni abbondanti su buona parte delle zone, in particolare su quelle di nord-est dove vige un elevato allerta meteo per rischio idrogeologico. Tendenza dal pomeriggio ad una attenuazione della fenomenologia con schiarite ad iniziare da Piemonte e Liguria. Nevicate in salita di quota fino oltre i 1000m.

Centro
Tempo perturbato con precipitazioni intense e diffuse in particolare lungo le zone tirreniche dove si avranno anche dei temporali localmente di forte intensità. Allerta meteo per rischio idrogeologico specie sul Lazio dove in alcune zone gli apporti pluviometrici supereranno i 100mm. Tendenza dal tardo pomeriggio ad una attenuazione dei fenomeni a partire dalla Toscana. Neve relegata solo alle cime più alte.

Sud e Isole
Maltempo diffuso con precipitazioni particolarmente intense sulla Sicilia e lungo la fascia tirrenica dove vige un allerta meteo di massimo livello. Sulla Sicilia i temporali saranno accompagnati da colpi di vento e locali grandinate. Durante la giornata il maltempo si sposterà sui settori adriatici con una prima attenuazione della fenomenologia a partire dalla Sardegna.

Temperature
Temperature massime in diminuzione soprattutto sulle regioni settentrionali e lungo la fascia atto-tirrenica. Valori ancora piuttosto miti al sud e sui versanti adriatici a causa di venti miti meridionali. Minime nel complesso stazionarie su valori al di sopra delle medie del periodo specie al centro-sud.

Venti e Mari
Ventilazione molto forte da scirocco in risalita sul bordo orientale della grande saccatura europea. Tendenza al passaggio del fronte perturbato ad una attenuazione dei venti e ad una loro rotazione ai quadranti occidentali. Colpi di vento nei temporali. Mari da molto mossi fino ad agitati, molto-agitati sui settori adriatici con mareggiate sulle coste esposte e acqua alta nella laguna veneta. Moto ondoso lenta attenuazione dalla sera.

Previsioni per il giorno 07-12-2020

Situazione ed Evoluzione
Persiste il corridoio freddo e perturbato di natura polare, pilotato da una vasta ondulazione della corrente a getto, che ha dato vita ad una saccatura incastrata tra l’Alta Pressione Delle Azzorre ed un anticiclone situato sulla Russia. Di conseguenza la situazione meteorologica si manterrà perturbata su tutta Europa con precipitazioni abbondanti e nevicate a quote molto basse data la presenza di aria fredda in quota. Tutto ciò, data la struttura di blocco sopracitata, sarà in lenta evoluzione e condizionerà il tempo per molti giorni. Sulla nostra penisola condizioni di variabilità perturbata con rovesci su tutto il territorio, più intensi al nord-est e lungo la fascia tirrenica. Temperature nuovamente in calo al nord con neve fino a quote collinari. Possibili temporali sulla Sardegna ed al centro-sud. Temperature massime in calo con ventilazione a prevalente direzione occidentale, anche forte sui settori tirrenici.

Nord
Cieli irregolarmente nuvolosi con piogge sparse per l’intera giornata più intense sull’arco alpino e le regioni di nord-est. L’afflusso di aria fredda in quota farà si che la neve scenda fino a quote collinari e localmente anche sulle pianure del cuneese. Locali schiarite possibili sulle coste veneto-romagnole.

Centro
Tempo variabile con addensamenti più consistenti lungo la fascia tirrenica e sui rilievi associati a rovesci per buona parte della giornata, anche persistenti sulle zone alto-toscane. Tempo più asciutto lungo la fascia adriatica con la possibilità di schiarite lungo le coste di Marche, Abruzzo e Molise.

Sud e Isole
Variabilità perturbata con addensamenti consistenti sulle due isole maggiori e lungo la fascia tirrenica dove insisteranno rovesci sparsi per l’intera giornata. Possibili temporali a ratti intensi sulla Sardegna meridionale, sulla Campania e sulla Calabria. Clima più asciutto con locali schiarite sul sud della Sicilia e lungo la fascia adriatica.

Temperature
Temperature massime in diminuzione, più sensibile sulle zone settentrionali specie in occasione di precipitazioni intense e diffuse. Minime nel complesso stazionarie su valori leggermente al di sopra della media specialmente sulle regioni centro-meridionali e sulle due isole maggiori.

Venti e Mari
Ventilazione tra moderata e forte dai quadranti sud-occidentali con colpi di vento durante le manifestazioni temporalesche. Locali ulteriori rinforzi nel pomeriggio tra le due isole maggiori e sull’alto Tirreno. Mari da mossi a molto-mossi con residue mareggiate lungo le coste esposte. Tendenza dalla sera ad una parziale attenuazione del moto ondoso a partire dai settori settentrionali.